auguri grande maestro…

                                                                 GLORIOSI RICORDI NAZIONALI

90 anni fa esatti, nella giornata di oggi, nasceva a Rimini una delle future menti più brillanti dell’ intera storia del Cinema mondiale e che  viene ricordato ancora oggi come uno dei rari geni, in questa  arte. La sua attività , spesso d’ influenza autobiografica, ha sfornato autentici capolavori assoluti ed è stata premiata con un Oscar alla carriera nel 1993, poco prima della morte.

Certe pellicole sono davvero uniche. Sopra tutte ritengo che si debbano collocare: “Amarcord”, “La dolce vita” e “I Vitelloni”. La qualità della sua opera è stata difficile da pareggiare nel corso della storia e lo è tuttora.

Da ricordare le sue parole. Egli spesso disse in alcune interviste che lui si definiva “un artigiano che non ha niente da dire ma sa come dirlo” e nelle pellicole si denota spesso una minuziosa attenzione a qualsiasi particolari, alle minime piccolezza, uno scrupolo ossessivo che però lo ha aiutato a creare opere universali. I suoi tratti distintivi sono infatti la grande attenzione ai colori e ai costumi, l’ uso fantastico di immagini oniriche, spesso usate in  situazioni quotidiane. Oltre alla grande capacità di riflettere, servendosi dell’ immagine, su temi universali come la morte, il viaggio, la vecchiaia senza essere mai banale, superficiale o scontato.

La sua memoria è più duratura di una statua di bronzo…