paranormal activity di Oren Peli

                                                                                   ATTENZIONE!

                                                                         voto**       (USA-2007)

Katie (Katie Featherston) e Micah (Micah Sloat) sono una coppia che da poco vive insieme in una grande e lussuoso casa. Da quando la ragazza è andata a vivere con il fidanzato, di notte l’ abitazione  è oggetto di strani  rumori, sinistri bisbigli e avvenimenti di ambigua natura. Queste manifestazioni sono piuttosto leggere e i due non se ne preoccupano molto. Ma Micah vuole mettere luce su queste vicende e decide di acquistare una telecamera e di riprendere la loro camera di notte, momento del giorno in cui tutte queste attività apparentemente paranormali si concentrano. Il vaso di Pandora verrà così  aperto e diventerà sempre più difficile e pesante da gestire per la giovane coppia e soprattutto per la ragazza che si sentirà perseguitata da un demone mostruoso.

Una strana sensazione avevo alla fine del film. E non volendo limitarmi a vani e superficiali commenti contrariati come molti altri in sala , quali “Soldi buttati!”, “Che schifo di film”, ci ho riflettuto. Questo horror è un horror atipico che non vuole fare sobbalzare lo spettatore sulla poltrona con incomprensibili sceneggiature ma grande cura della tensione e della suspense ma vuole ritrarre la raltà la verosmiglianza e ci riesce perfettamnete , rimanendo sempre molto coerente alla storia e alle implicazioni della medesima, senza mai scivolare in errori strutturali. Un horror verosimile e quindi lento, senzaltro monotono e a tratti noiso. Ma non potrebbe essere altrimenti perchè il regista ritrae l’ abitudinarietà e la routin famigliare di una coppia , senzaltro èripetitiva e scandita da azioni simili. E il male che emerge da questa pellicola non è esplicito ma anzi è misterioso, quasi incomprensibile ma iplacabile. Certo il film, però, in tal modo è stancante alla lunga e di livello stilistico piuttosto basso ma tutto converge a creare una situazione reale  e ciò è dimostrato anche dalla scelta degli attori, una coppia di ragazzi normalissima che non incarna alcun luogo comune degli horror attuali (mi riferisco chiaramente al bello ed esperto e alla modella protagonista perseguitata ma che lla fine si salva). E’ un tentativo apprezzabile, sicuramente non originale perchè tutta la pellicola affonda le proprie radici in “The Blair Witch Project” ma che è una bella risposta agli horror moderni anche per gli enormi incassi che ha ricevuto in America (fino a 100 milioi di dollari) contro le poche migliaia per la realizzazione. Quindi Io starei molto attento a definirlo un film semplicemente fortunato di un regista che si è trovato nel posto giusto al momento giusto… C’è molto di più!

Ed è  chiaro che lo spettatore medio , uscendo dalla sala, si mostra contrariato e nella peggiore delle ipotesi divertito da questo film. La paura, l’ agitazione e la tensione non emergono mai e la noia fa presto capolino.

Annunci